GLI STRAORDINARI COMMENTI DEI QUARTI DI FINALI … SOLO QUI..CON TENNIS WE CAN !

PARTITA ” MONSTRE ” : FREALDO b. FRIGO DE MARCHI 4-1 / 3-4 /10-8

Terza partita di giornata in programma ai quarti del torneo, e terza partita inedita per entrambi i protagonisti. Frigo De Marchi e Frealdo non si erano mai incontrati inun torneo di singolare maschile. Oggi hanno dato spettacolo.
Ecco il commento:
Frealdo vince alla monetina e sceglie di servire.Palline piuttosto arrotate non permettono una solida risposta per Alessandro e cosi finisce il primo game con Massimo avanti per 1-0. Il silenzio era di quelli assordanti, interrotto solo dallo scandire dei ripetuti rimbalzi della pallina da tennis sul terreno in Play it, mentre si apprestava a servire la prima di servizio Frigo De Marchi al secondo gioco.Dopo il lungo perpetuo rimbalzo della pallina sul terreno, arrivava il potente servizio. Alessandro mette a segno subito un Ace.Inizia nel migliore dei modi. Frealdo resta sbalordito da tanta tecnica e potenza sferrata dalla racchetta dell’avversario, che comunque si dimostra subito possedere grandi basi tecniche.Alessandro gioca un tennis tutto impeto ed attacco. Grande precisione in alcune giocate. Ma il Massimo di oggi riesce a sorprendere tutti. Sembra quasi voler giocare con una ambizione grande. L’ ambizione di voler conquistare il suo Australian ! In realtà credeteci oggi entrambi l’hanno conquistato, nel senso che l’impegno messo in campo è stato eccezionale. Si percepiva che entrambi i giocatori davano tutto per Tennis We Can, in realtà per amicizia e spirito di solidarietà. I sentimenti sono profondi, e i giocatori ci tengono a vincere perchè oltre che a giocare per se stessi, giocano per il gruppo vicentino e vogliono rappresentarlo al meglio. La partita molto equilibrata nel primo set. Frealdo tiene la battuta e si porta sull’1-0 , successivamente un lungo game ai vantaggi, spettacolare con ripetute parita’ da una parte e dall’altra, carico di tensione, vinto da Alessandro Frigo De Marchi che si porta alla parità,1-1. Poi Frealdo riesce a mantenere una freddezza glaciale e con una serie di dritti spaventosi si porta sul 4-1 e chiude il set ineccepibilmente . Massimo Frealdo e le sue accelerazioni di diritto sono impressionanti ( alla fine del match lo soprannominiamo Frealdo Nando Gonzales, ricordando il forte cileno Manos de Piedra detto “el Bombarderos” !) E’ proprio il caso di dirlo, Frealdo quando impatta alla perfezione il dritto scatena una vera bomba, precisa, a fil di rete, profonda ed imprendibile. Frigo De Marchi è straordinario, perchè rientra in partita giocando alcuni colpi davvero raffinati. Oltre al suo potente servizio, ad impressionare sono il suo rovescio a due mani impeccabile e il suo diritto perfetto, con un leggero rialzo della spalla destra, quasi a voler sostenere quel centimetro in più la pallina al di sopra del nastro della rete. Alessandro ricorda nel suo stile di gioco, e nel suo ringhio al servizio, un grande del passato, Ovvero sua maestà Jimbo Connors. Si proprio a lui ci sentiamo di accostare questo nostro nuovo talento , scoperto nel giugno dello scorso anno al Tennis Club la Rotonda. Un Alessandro che merita di essere tra i grandi del nostro Tennis We Can, e che presto riuscirà a togliersi grandi soddisfazioni.
Infatti dopo aver vinto il secondo set 4-3 , Alessandro sembrava avesse in mano la partita. Il tie Break è stato bellissimo, con continui capovolgimenti di fronte, con Frealdo prima in vantaggio 5-2 , poi raggiunto e superato da Frigo De Marchi 7-5 , poi 7-7; 8-8; 9-8. Qui avviene il colpo vincente di Frealdo, su una palla smorzata riuscita alta e centrale da parte di Alessandro. Frealdo ha tutto il tempo di posizionarsi, assestarsi e chiudere con un diritto vincente di rara bellezza.
Massimo è cosi l’altro Semifinalista di giornata, ed ora affronterà il vincente dell’altro quarto di finale: Paolucci.L’Australian Indoor di Creazzo si avvicina alla conclusione ed il campo e’ diventato una vera e propria arena.Valori,talento,agonismo, solidarieta’ e amicizia.Un mix vincente.Avanti tutta!

Babbi b. Mosco 4-3 / 4-1 :

La curiosità di vedere Alessandra Babbi in torneo è molta per tennis we can , figuriamoci per le sue avversarie.
La motivazione della Mosco dunque è elevata perché affronta uns nuova avversaria… ed inizia subito alla grande il primo set. 3-1 ei vantaggio. La Babbi recupera ed incredibile capovolgimento di fronte …chiude la Babbi 4-3 il primo set. La Babbi dispone di un tennis più aggressivo della sua avversaria e qualche colpo in più a sua disposizione. Questo l’aiuta in più circostanze ovviamente e la Mosco deve subire alcuni attacchi di dritto della avversaria. La Babbi dispone di un bellissimo rovescio in back e lo utilizza molto per variare il suo gioco a piacimento. La Mosco non sfrutta al meglio il suo colpo migliore , cioè il servizio, ma alla fine sarà soddisfatta del suo gioco, anche se nel secondo set è calata di rendimento . La Babbi chiude 4-1 e vola in semifinale ad affrontare la Daniela Cailotto !
Luca Barbieri b. Vittorio Gilet 4-1 / 1-4 / 10-4  :
Sfiora il colpaccio Vittorio Gilet che riesce a portare al terzo set il suo fortissimo avversario di oggi. Nella ennesima sfida inedita oggi luca barbieri e vittorio Gilet hanno fatto vedere bellissimi scambi ed ina partita che è risultata s sorpresa equilibrata. Il primo set è tutto di marca Lucs , il quale delizia i presenti con alcuni”ricami” di dritto ad uscire di rara bellezza. E mano a mano che la partita proseguiva Vittorio da grande incassatore riesce a tramutare i colpi vincenti dell’avversario in benzina per la sua reazione , ed il suo tennis migliora; ad esempio nel servizio, è piaciuto vedere vittorio posizionarsi sull angolo esterno di battuta per piazzare la prima di servizio con grande efficacia. Inizia a piazzare forti servizi e discese a rete e questo sorprende non poco il suo avversario , Luca Barbieri. Il secondo set infatti si chiude 1-4 . Incredibile match capovolto parte di Vittorio. Terzo set si mantiene su elevati livelli di gioco ma prende subito una direzione che non verrà più cambiata , ed arriva la vittoria di luca che accede in semifinale.
PAOLUCCI B. LAIN 4-0 / 4-2 :
Straordinario Paolucci !! Igor Lain gioca il suo tennis, e sferra ottimi attacchi di dritto. Commette però molti errori con la volee di rovescio e questo pregiudica le sue possibilità di vittoria. Paolucci doma l’avversario nel primo set da par suo cioè piazzando lungo linea, o incrociati rigorosamente da fondo campo. Per lui pochi errori e quindi 4-0. Il primo set. il secondo set lain vince il primo gioco ma poi Paolucci controlla., chiude e vola in semifinale.
 
Pirocca batte Burul e vola in semifinale. 4-2 / 4-2 … ma quanto brava Francesca Burul a giocare un grande tennis contro una forte giocatrice come Pirocca. !! Tennis we can con i suoi quarti di finale inediti. Anche loro si sono conosciute oggi in campo per la prima volta ! La partita di guoca prevalentemente con prolungati scambi da fondo campo. Alcune palle corte di Burul sorprendono la forte avversaria. La maggior difficoltà di Francesca nel palleggio prolungato era quella di riuscire a mantenere in campo alcune accelerazioni di Pirocca, soprattutto i suoi potenti diritti. Ci è piaciuta molto Francesca nei suoi recuperi di rovescio, ed ottimo stile nel colpire il dritto. Di Pirocca pochi aggettivi. Semplicemente giocatrice concreta e complets ; il riferimento per misurare il proprio tennis per molte nostre protagoniste !
AMBROSETTI B. DI BONA 4-3 / 4-3  :
La partita era dalle due giocatrici piuttosto attesa. La Ambrosetti crediamo fosse molto curiosa di conoscere il gioco della nuova giocatrice del DIVI Sport. La Di Bona invece di questi tempi , molto propensa a conoscere se stessa visto che è il primo anno che partecipa ai tornei provinciali, e quindi la Patty è motivatissima perchè sa di poter far bene, ma deve capire quali possono essere i suoi limiti, e sopratutto chi riuscirà a metterli in risalto.
La Ambrosetti in questo , lo abbiamo detto più volte è Maestra, cioè riesce sempre a concretizzare al 100 % le sue chances, ed anche oggi lo ha fatto, anche nei momenti più difficili, quando sul 3-1 nel primo set, sembrava che tutto girasse a favore della sua avversaria. Belle alcune chiusure della Di Bona, sopratutto con il suo colpo migliore, cioè il dritto.
Sul 3-1 di Bona, la Ambrosetti, estrae dal suo repertorio, due rovesci incrociati in cross a media altezza in controbattuta a due attacchi a rete della avversaria. E qui la Di Bona perde la concentrazione. Ricordiamo nel primo set Ambrosetti sul 2-3 vincere un gioco a zero, per poi chiudere il set 4-3 a suo favore , con un punto nel mezzo del settimo game vinto con un passante incrociato di rovescio sulla discesa a rete della Di Bona.
Il secondo set, è nuovamente equilibrato , con un parziale vantaggio di 2-1 per Di Bona, ma poi ribaltato sul 3-2 dalla Ambrosetti che da l’impressione di restare saldamente al comando del Match, costruito con molta tattica , sopratutto cercando il rovescio dell’avversaria, il punto certamente più debole. Molto brava comunque anche la di Bona a sferrare attacchi a tutto “gas” di dritto a cui la Paola, nulla può, perchè ben piazzati e cosi arriva il recupero sul 3-3 della Di Bona che riesce a strappare il servizio alla Ambrosetti. E qui arriva il game decisivo. Subito 0-30 a favore della Ambrosetti, che quindi ipoteca il passaggio del turno. Ma nel tennis nulla è scontato, e la forte Di Bona, prima vince un quindici e poi è molto sfortunata su un dritto incrociato d’attacco , che rimbalza al limite esterno della riga di corridoio. questione di millimetri…episodio da “Occhio di falco”, che poteva esser un ipotetico 30-30 …. l’arbitro decide la ripetizione del punto, che comunque offre una nuova chaces alla Di Bona, in realtà sciupata con due errori sucessivi che la portano prima 15-40 e poi a perdere il game – set & match.
Grande nuovamente il risultato della Ambrosetti, che non predilige il singolare, ma che comunque dimostra di possedere colpi da tutte la parti del campo, da fondo, ad incrociati corti a mezzo campo, a palle corte, e con qualche buona chiusura al volo! Di Bona super star e super sorpresa del torneo assieme alla Sontacchi !

 Cailotto b. Sontacchi 4-3 / 4-1 :
La prima sorpresa dei quarti di finale di oggi ! Cailotto sorprende tutti, dopo il ripescaggio ai quarti a causa del ritiro forzato e precauzionale di Gabrieli, e da testa di serie n° 8 del torneo, sconfigge la n° 1. Questo è il tennis. Imprevedibilità, fatta anche di giornate altalenanti sul proprio rendimento di gioco. Oggi forse la Sontacchi non ha espresso il suo miglior tennis, sopratutto dal punto di vista degli errori. In realtà il primo set è stato molto equilibrato e con un parziale vantaggio di 2-0 e 3-1 non sono bastati alla forte Sara, per portare al sicuro la prima partita. Infatti qui è rinvenuto l gioco della Cailotto, apparsa comunque subito in grande giornata. infatti il ritmo della partita si è attestato subito con lunghissimi scambi fin dai primi giochi. E’ chiaro che nel tennis quando il livello di un incontro comincia subito a ritmo elevato, per poi innalzarsi ulteriormente, avviene che a perdere l’incontro sia il primo dei due antagonisti che cede o abbassa il livello di concentrazione, magari a causa di qualche errore non forzato. E’stato proprio il caso odierno della partita che vi sto descivendo. Sontacchi è calata leggermente di concentrazione nel momento in cui ha commesso qualche errore non forzato ( gratuito per usare altri termini ) e nello stesso tempo vedendo che la sua avversaria viceversa, non sbagliava praticamente nulla. Non è vero Sara?
Per Cailotto, oltre ai potenti scambi da fondo campo, da riscontrare e sottolineare l’ottima condizione atletica che le ha permesso non facili recuperi sotto rete, e un paio di discese a rete con conseguenti chiusure in voleè da veri applausi !!! Cailotto accede cosi a sorpresa alle SEMIFINALI

Ischia b. Ferraro 4-1 / 4-0 :
La partita inedita , per tennis we can rappresenta già una vittoria. La vittoria di entrambi i giocatori. Voi direte: Ma perchè? Perchè i due giocatori si sono conosciuti oggi per la prima volta, e noi tutti appassionati di tennis, sappiamo quanta motivazione si prova a sfidare un nuovo protagonista del circus! E cosi lo è stato anche per Giovanni Ischia, tanto forte quanto attento a non commettere il minimo errore e a non sottivalutare il benchè minimo errore, ed a non sottovalutare la partita ed il nuovo avversario.
E tennis we can, sorride per l’ennesima volta, e non sarà l’ultima!! Perchè dopo 5 anni di tornei, Tennis we can riesce ancora a far incontrare per la prima volta i suoi partecipanti, e questo vuol dire riuscire ad avvicinare nuovi appassionati al mondo del tennis !
Ischia vs Ferraro comunque è stata una partita a senso unico. Alberto Ferraro non ha la stessa esperienza del suo forte avversario, che oggi è stato in assoluta superiorità tecnica. Ricordiamo di tutti gli scambi uno splendido rovescio lungolinea di Ischia, “da applausi”, ed alcune palle smorzate di raffinata eleganza, sia in dritto che rovescio. Per Ischia, vero talento tennistico del Serve&Volley , oggi qualificazione alle semifinali del torneo ampiamente meritata. Per Alberto Ferraro un arrivederci a prestissimo ai tornei Tennis we can, ed ottimo merito di essere arrivato ai quarti dei suoi primi Australian Open!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...