WIMBLEDON TENNIS WE CAN : VINCE ELISABETTA MOSCO ! PRIMA VITTORIA PER LA CAMPIONESSA “WE CAN” DEL CT CREAZZO IN UNO SLAM !

NEWS MERCOLEDI 23/7/14 ORE 23,58 :

Elisabetta Mosco ce la fa : Cosi come direbbe Gianni Morandi , in una delle sue canzoni, Elisabetta ce l’ha fatta ! Ha vinto il suo primo SLAM della carriera “we can”. Cosa dire allora? E’ il primo titolo dopo il piatto “d’argento” che nel 2011 Le fu consegnato dallo CSAIn provinciale per essere stata la prima donna iscritta al primo SLAM di tennis a Vicenza, presso il new tennis la Rotonda, vinto da Luigi De Ecclesiis.
Elisabetta Mosco, ha avuto il merito di crederci sempre, di lottare per un ideale, per l’ideale di un nuovo gruppo tennistico femminile della provincia di Vicenza, che attorno a lei si è via via formato, negli anni. Lei ci ha sempre creduto, e tanta fortuna è riuscita a portare alle altre protagoniste, che ce l’hanno fatta prima di lei a vincere uno SLAM, perchè magari dotate di un talento agonistico già sviluppato in precedenti manifestazioni sportive tennistiche, e che via via hanno lasciato il nostro movimento per approdare alla categoria agonistica. Il merito di Elisabetta è stato quello di non mollare mai, e di inseguire un obiettivo, l’obiettivo della vittoria. ED OGGI POSSIAMO DIRE CHE DI VITTORIA SI E’ TRATTATA. ELISABETTA MOSCO HA VINTO IL SUO PRIMO SLAM ,
HA VINTO IL WIMBLEDON TENNIS WE CAN 2014 ! BRAVA BETTY !

LA VINCITRICE DEL WIMBLEDON TENNIS WE CAN 2014, IN AZIONE !

Elisabetta Mosco

LA CRONACA :

MOSCO B. FANTIN 7-5

Ad inizio partita dopo il sorteggio, si nota Elisabetta Mosco molto determinata. vince il sorteggio e sceglie di battere.
Primo game la Mosco batte subito due primi servizi vincenti. Nel tennis credeteci, molto spesso dipende da come si inizia il match. Si vede subito quando è giornata giusta. Quanto si era caricata di responsabilità la vincitrice, e tanta energia che aveva denstro di sè da sprigionare, fatto stà che parte subito decisa e vince per 5 giochi di fila. Per Marisa Fantin, è stupore netto. Non ci saremo aspettati la Fantin aggredita , tennisticamente parlando, dalla Mosco che notoriamente soffre gli appuntamenti ad alta intensità emotiva.
nel giro di 20 minuti la Mosco si porta sul punteggio di 5 – 0.
Partenza a razzo e finale in tasca. Per tutti sarebbe stato cosi, ma non quando si ha dall’altra parte una avversaria come la Fantin. Ad onor del vero, notiamo subito, ch’ ella, non è la stessa giocatrice che ha affrontato in semifinale Sara Sontacchi. Il tennis si sa a volte va a giornate alterne, e il proprio rendimento nei tornei we can, può essere caratterizzato da una giornata densa di impegni lavorativi e personali. Quindi senza accampare facili attenuanti, diciamo semplicemente che Marisa non era la stessa dell’altro giorno in semifinale. La sua determinazione gli ha permesso di riprendere le redini dell’incontro, ed ancora una volta ha dimostrato che quando entra in campo il suo status normale di gioco, non ce ne per nessuno o quasi. Quattro giochi di fila, pochi errori e partita riaperta a 15 minuti dallo scadere. 5-4 per la Mosco e cambio campo. Ora diventa battaglia pura. Le due giocatrici ci deliziano con alcune giocate da vere lottatrici in campo,. fatte di tutto il loro repertorio tennistico. Battute vincenti per la Mosco, e per entrambe palleggi da fondo prolungati, palle corte vincenti, risposte fulminanti, pallonetti deliziosi e vincenti sotto rete.
Il game più bello è il decimo, quello che poteva valere il pareggio per la Fantin. Le due avversarie si sfidano a viso aperto, e finiscono ai vantaggi. Dopo diverse volte, la Mosco riesce a chiudere a suo favore, e superare la soglia psicologica del pareggio. E’ qui che la Mosco sorprende la sua avversaria. Con un paio di giocate riuscite bene, con 2 punti costruiti bene. Una volta trovatasi in vantaggio per 6-4 , alla fine la vittoria era molto vicina, e la Mosco è riuscita a superare tutte le paure di un tempo, ormai lontano , ed a vincere meritatamente l’incontro.
Brava la Fantin a riaprire una partita che era iniziata male, e comunque finale raggiunta dalla brava Marisa, al rientro dopo un lungo periodo di stop.
Elisabetto Mosco, iscrive cosi per la prima volta , il suo nome nell’albo d’oro del singolare femminile tennis we can !

Le due finaliste :

20140723_182213

Annunci

2 Comments

  1. Grazie Patrizia! In effetti è stata una gran bella soddisfazione sportiva, ma anche morale. Comunque si può dare di più come direbbe Gianni Morandi in una delle sue canzoni ;))) Hai visto che carino il sito??? 😉 Grazie di esser passata da queste parti, e ogni tanto vienici a trovare !! Ciaoooo
    betty

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...